Centro Interuniversitario di Ricerca in Diritto Comparato

Il Centro Interuniversitario di Ricerca in Diritto Comparato, nato nel 2004 e rinnovato nel 2017, in virtù di un accordo di collaborazione tra le università dell’Insubria –sede di Como –, di Milano, di Bologna e di Trieste, ha lo specifico scopo di promuovere l’attuazione di programmi di ricerca e di approfondimento scientifico-culturale su tematiche inerenti la nascita e lo sviluppo delle diverse terminologie giuridiche operanti nei diversi sistemi.

Il Centro Interuniversitario di Ricerca in Diritto Comparato, nato nel 2004 e rinnovato nel 2017, in virtù di un accordo di collaborazione tra le università dell’Insubria – sede di Como –, di Milano, di Bologna e di Trieste, ha lo specifico scopo di promuovere l'attuazione di programmi di ricerca e di approfondimento scientifico-culturale su tematiche inerenti la nascita e lo sviluppo delle diverse terminologie giuridiche operanti nei diversi sistemi.

In particolare il Centro ha inteso promuovere lo studio e la ricerca nei seguenti settori:

  • interpretazione, nei sistemi nazionali, di atti legislativi provenienti da fonti sovrannazionali ed esterne che impiegano lessici differenti da quello nazionale;
  • circolazione dei linguaggi giuridici e dei linguaggi tecnici;
  • traduzione giuridica e della comunicazione linguistica fra operatori appartenenti a diversi sistemi giuridici;
  • formazione interculturale;
  • problemi della modernizzazione del linguaggio giuridico di sistemi non appartenenti alla tradizione giuridica occidentale (con particolare attenzione ai sistemi dell'Asia Orientale e dei Paesi Arabi);
  • problemi collegati alle attività normativa delle c.d. Mixed Jurisdictions (Louisiana, Québec, Israele, South Africa, Puerto Rico, Filippine, ecc).

Il Centro promuove lo studio della terminologia giuridica delle lingue nell'ambito dei dipartimenti dell'area giuridica degli Atenei consorziati, mediante un approccio comparatistico e interdisciplinare. Proprio a questi fini, il centro si fa promotore di corsi di terminologia giuridica, di corsi estivi aperti a studenti universitari, professionisti e operatori del settore che ne facciano domanda, di iniziative che permettano un ampio scambio con docenti e studenti di quelle realtà universitarie straniere che siano portavoce delle problematiche di elezione del Centro.

Il Centro è articolato in quattro Unità operative:

  • presso il Dipartimento di Diritto, Economia e Culture dell'Università degli Studi dell'Insubria;
  • presso il Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto dell’Università degli Studi di Milano;
  • presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna;
  • presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell’Interpretazione e della Traduzione dell’Università degli Studi di Trieste.

Gli altri organi del Centro sono: il Consiglio Scientifico, il Comitato Direttivo, il Direttore Scientifico.

La sede amministrativa del Centro è presso l'Università degli Studi dell’Insubria.

A partire dal 2004 il Centro Interuniversitario di Ricerca in Diritto Comparato ha organizzato con cadenza annuale delle Summer School in Comparative Law, con il principale obiettivo di approfondire tematiche di interesse comparatistico, con particolare attenzione all'aspetto linguistico e traduttologico. Nel corso degli anni sono state affrontate sia problematiche di carattere generale sia temi monografici. L'iniziativa voleva offrire agli studenti e ai dottorandi, ma anche ai giuristi pratici addetti ai lavori, un'occasione di riflessione su tematiche connesse al dialogo interculturale e interlinguistico. La didattica, svolta in lingua inglese, era affidata a professori italiani e stranieri.

Presso l'Università dell'Insubria, Como, la Summer school in Comparative law si è svolta continuativamente a partire dal 2004. Ogni anno, dopo una introduzione metodologica, sono stati trattati diversi argomenti di interesse comparativo, quali “Fundamental Institutions of American Private Law”, “ComparativeLaw and Climate Change”, “Critical Topics in Environmental Law in Comparative Perspective”.

Presso l’Università di Bologna, le Summer school sono state organizzate continuativamente dal 2006 al 2014, con l’unica eccezione del 2013. A Bologna, ferma restando la metodologia comparativa, particolare attenzione è stata dedicata al diritto cinese. Sono state affrontate varie tematiche relative al diritto cinese contemporaneo, quali “Law and Business”, “Law and Language: Problems of Legal Translation to and fromChinese”, “Intellectual Property Rights in Chinese Contemporary Law”. Nell'organizzazione delle Summer Schoolci si è avvalsi, a Como, della collaborazione della Louisiana State University di Baton Rouge (Louisiana-USA), della William S. Boyd School of Law (Nevada) e della University of California at Davis –Law School. A Bologna ci si è avvalsi della collaborazione con la China University of Political Sciences and Law (CUPL) di Pechino, la University of International Business and Economics (UIBE) di Pechino,la Dongguan University of Technology di Dongguan, Guandong, la Henan Normal University di Xinxiang, Hennan. Dal 2007 partecipano alla Summer School di Como anche studenti russi provenienti dall'Accademia di San Pietroburgo.

Oltre alle menzionate Summer School, le attività del Centro si sono concretizzate in convegni e giornate di studio sulla lingua, sulla traduzione e sulla terminologia tecnico-giuridica, nonché nella cooperazione per la presentazione di progetti in materia a livello nazionale e internazionale. Fra questi ricordiamo, negli ultimi anni, il terzo congresso nazionale della Società Italiana per la Ricerca nel Diritto Comparato (SIRD), “Categorie e terminologie del diritto nella prospettiva della comparazione”, tenutosi presso l’Università degli Studi dell’Insubria, Como, il 14-15 marzo 2014, i cui atti sono stati pubblicati, a cura di B. Pozzo e M. Graziadei, nel 2015 dalla casa editrice Giuffré (Milano), e il workshop “Comparing legal languages and creating common/uniform terminologies”, tenutosi a Bologna, presso la Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Bologna, il 18 febbraio 2016, i cui atti, a cura di M. Palmirani e A. Carpi, sono in corso di pubblicazione.

RESPONSABILE DELL’UNITÀ OPERATIVA PRESSO IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE DELL’UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

Marina Timoteo

Professoressa ordinaria

Membri dell’Unità operativa presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna

Torna su