Osservatorio Bioetica e Diritto

L’Osservatorio intende promuovere e realizzare, nell’ambito socio-sanitario locale e accademico, iniziative di formazione e divulgazione in chiave multidisciplinare, in collaborazione con enti e istituzioni territoriali.

Si inserisce nell’ambito della rete nazionale “Per un diritto gentile in medicina” e si propone come Osservatorio locale sul piano della della formazione e delle attività di Terza Missione con il fine di monitorare l’attuazione e l’impatto, nella pratica clinica e nelle politiche pubbliche, delle leggi e delle norme sulla tutela dell’informazione e dell’autonomia degli individui circa le scelte sulla salute, sui trattamenti e sulle cure, considerando anche le ricadute sugli operatori sanitari.

Il riferimento in particolare è alla Legge 219 del 2017 in tema di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento che prevede come ogni persona abbia diritto di conoscere le proprie condizioni di salute e di essere informata in modo completo, aggiornato e comprensibile riguardo alla diagnosi, alla prognosi, ai benefici e ai rischi degli accertamenti diagnostici e dei trattamenti sanitari indicati, nonché riguardo alle conseguenze dell’eventuale rifiuto del trattamento sanitario e dell’accertamento diagnostico e della rinuncia al medesimo.

Obiettivi:

  • promuovere la cultura della relazione di cura e della scelta consapevole;
  • monitorare la pratica clinica intercettando le istanze degli operatori sanitari;
  • diffondere gli sviluppi normativi in un’ottica interdisciplinare e comparata;
  • contribuire alla formazione di figure professionali competenti;
  • fornire consulenza nell’ambito della realtà sanitaria e socio-sanitaria.

In tal senso, le attività dell’Osservatorio interagiscono strettamente con quelle del Policlinico S. Orsola-Malpighi e degli Ordini professionali della provincia di Bologna, a partire da temi cruciali come la tutela della privacy e del consenso informato e la responsabilità medica. L’interazione con i suddetti enti è, del resto, ormai consolidata da anni di lavoro congiunto tra docenti e studiosi di componenti di aree di ricerca quali diritto penale, diritto sanitario, filosofia del diritto, bioetica, filosofia morale, diritto costituzionale, medicina legale.

Principali aree scientifico-disciplinari coinvolte:

Diritto Penale, Diritto Civile, Diritto Costituzionale, Filosofia del Diritto e Bioetica, Medicina Legale, Diritto Sanitario.

Attività:

  • Formazione
    Formazione universitaria trasversale e formazione continua dei professionisti ed operatori (medici, infermieri, assistenti sociali, avvocati, magistrati, ecc.), nonché della cittadinanza in generale in questo ambito, anche attraverso enti locali e organizzazioni che vogliano promuovere corsi di formazione; collaborazione con altri enti di formazione privati (Fondazioni, associazioni di categoria) e pubblici.
  • Comunicazione
    L’Osservatorio intende promuovere la comunicazione pubblica delle tematiche affrontate mediante l’accesso e la divulgazione al pubblico del sapere scientifico, di dati aggiornati sul piano normativo e delle difficoltà pratico-operative. Saranno organizzati incontri pubblici di confronto aperti alla cittadinanza per favorire iniziative di empowerment/engagement.
  • Terza Missione
    Si prevede la collaborazione e lo sviluppo di contatti con le realtà del terzo settore che operano sul versante sanitario: società scientifiche, enti e istituzioni, realtà associative nella istituzione/funzionamento di servizi di supporto e di azione sociale (Università, Ministero della Salute, Regione, Aziende sanitarie) al fine di rafforzare l’interazione tra territorio e realtà universitaria, Comitato Nazionale di Bioetica, comitati etici locali e ordini e associazioni professionali.

Comitato scientifico

Non perdere questo contenuto. Accetta i cookie di YouTube.

Rivedi le tue preferenze

Accetta i cookie

Convegno - Rifiuto dei trattamenti sanitari e aiuto medico a morire (11 marzo 2022)